Il GNGTS

Il GNGTS è stato istituito col D.P. CNR n.5514 del 22.6.1978 assorbendo la Commissione per la Geofisica mineraria ed applicata ed il Gruppo Grandi Profili Sismici (operante dal 1956, sotto gli auspici della Commissione Sismologica Europea). Dall'origine ha assolto i compiti istitutivi ("promuovere e coordinare attivita' scientifiche ed applicative") coordinando le attivita' della ricerca geofisica per la Terra solida dei diversi Istituti afferenti ai Comitati 02 e 05, e promuovendo iniziative integrali di grande respiro internazionali e nazionali. Dopo la soppressione (1.1.1978) della Commissione Geodetica Italiana, fa parte del GNGTS anche la Geodesia e Scienze affini, e gli afferenti al GNGTS sono oggi circa 800.

Fra le prime ricerche internazionali conviene ricordare la Geotraversa Europea (EGT; 1984-1988), transeuropea (EGT; 1984-1988), transetto multidisciplinare integrato dal Capo Nord al Sahel tunisino (sotto gli auspici della ESF) il cui segmento meridionale (dalle Alpi verso sud) e' stato affidato alla preparazione, organizzazione e realizzazione italiana, con piu' di 200 squadre in terra, 2 navi e OBS in mare, ecc. Fra le ricerche, eccelle per importanza il Progetto strategico "CROSTA PROFONDA" (CROP; 1985-1999) cui partecipano per la realizzazione ed interpretazione tutti gli Istituti italiani interessati (e dal 1989 al 1999 anche l'ENEL e l'AGIP. Per la forma e posizione del nostro Paese le ricerche sono state anche estese praticamente a tutto il Mediterraneo.

Fino al 2004, i risultati sono stati pubblicati annualmente negli Atti (dal 1997 in CD rom) dei Congressi Nazionali del GNGTS (che sono il consuntivo delle ricerche in corso e dei risultati conseguiti), cui partecipano oltre 500 ricercatori di tutte le discipline afferenti; ed in volumi speciali che riportano i contributi per la preparazione delle ricerche integrative e di collaborazioni specifiche su diversi temi.
L'importanza, spesso rivoluzionaria, dei nuovi dati e delle discussioni ed interpretazioni connesse rappresenta l'avanzamento piu' cospicuo delle conoscenze sulla Terra solida in Italia e sulla sua evoluzione.

Il 31 dicembre 2000 il GNGTS è decaduto come organo del CNR e la sua attività continua solamente nella realizzazione del convegno annuale, grazie al sostegno economico dell'Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale - OGS di Trieste.

Dal 2018 il Congresso GNGTS viene organizzato e gestito sempre da OGS ma la struttura di coordinamento è diversa. Viene formato un Comitato Tecnico Scientifico composto dai rappresentanti di sei enti, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale OGS, Dipartimento di Protezione Civile DPC, Consiglio Nazionale delle Ricerche CNR, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia INGV, Consorzio Interuniversitario Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica RELUIS, Sezione Italiana EAGE-SEG. Il rappresentante dell’OGS è, per statuto, il Presidente del Comitato.

Nel Comitato vengono prese tutte le decisioni relative alle attività del GNGTS, con particolare riguardo all'organizzazione scientifica e gestionale del congresso annuale e a tutti gli aspetti migliorativi del suo svolgimento.